Benvenuto nella Home page, effettua il login per accedere all’area riservata ai soci che hanno già versato la quota associativa.

Negli ultimi anni l’applicazione delle scienze naturali e biomolecolari in campo investigativo e forense ha acquisito nuovi strumenti, maggiore precisione e al tempo stesso visibilità sui mass media. Numerose sono le serie televisive che ritraggono “poliziotti-scienziati” in grado di risolvere casi complessi passando pochi istanti al microscopio o davanti ad improbabili macchinari.

Tuttavia, seppure l’applicazione delle scienze naturali e molecolari sia fondamentale ed utile nella soluzione di numerosi casi l’approccio mostrato nei telefilm è lontano dalla serietà, dedizione e onestà intellettuale necessarie e utilizzate nella vita reale. Tale affermazione è valida e si applica a tutti i settori di ricerca scientifica applicati e applicabili alle scienze forensi.

Negli ultimi anni in Italia, ma già da molti all’estero, si è cominciato a parlare di Entomologia Forense. Disciplina che si occupa dello studio degli insetti associati ai cadaveri con lo scopo primario di determinare il tempo intercorso dal decesso nonchè di ricavare ogni altra informazione utile ai fini legali, come evidenze di trasferimento del cadavere (dal luogo del decesso a quello del ritrovamento), presenza di droghe o veleni e, ancora, eventuali occultamenti messi in opera prima dell’esposizione del corpo.